giovedì 29 ottobre 2009

La Pasta di Sale

Adesso passiamo a spiegare le paste di origine organica, in particolare la pasta di sale.
Con la pasta di sale possiamo produrre delle deliziose creazioni a basso costo, infatti gli ingredienti principali possiamo reperirli comodamente a casa.
Io iniziai a pasticciare con la pasta di sale all’età di 6 anni se non prima, amavo la plastilina ma amavo molto di più il procedimento dell’impasto fra i vari ingredienti. Certo le mie erano creazioni di una piccola bambina, ma ero fiera di aver creato sin dall’inizio ciò che avevo in mente.
Una creazione in pasta di sale va cotta in forno a 50°-60°, il tempo cambia in base alla grandezza dell’oggetto. Però posso anche assicurarvi che se un oggetto è piccolino si può lasciare all’aria aperta in modo da consentire all’acqua di evaporare, ma questo è un esperimento che feci quando era piccina ed era Agosto quando dimenticai la mia creazione in un angolo della mia terrazza scordando di cuocerla.
La pasta di sale soffre molto l’umidità quindi è consigliabile, dopo aver protetto la propria creazione con l’apposita vernice, di conservala in luoghi asciutti.
Di seguito troverete gli ingredienti:

  • una tazza di sale fino
  • una tazza di farina
  • acqua quanto basta
  • 1 cucchiaio di colla vinilica
  • vernice protettiva
Procedimento:
Amalgamare insieme farina e sale precedentemente triturato finemente con un vecchio frullatore, aggiungere poco alla volta l’acqua fino ad ottenere un impasto morbido e malleabile. Infine aggiungete la colla vinilica per rendere successivamente la vostra creazione più solida.
Lavorate l’impasto per qualche minuto in modo da amalgamare gli ingredienti. Una volta creato l’impasto per la creazione si può procedere in due modi:
inserire gli acrilici o le tempere all’interno dell’impasto ancora crudo e poi procedere alla realizzazione del proprio oggetto
creare la propria creazione e successivamente, dopo la cottura, procedere alla colorazione.
Personalmente preferisco il primo metodo, però il colore dopo la cottura diventa più scuro.
Dopo che la propria creazione è ultimata procedete con una mano di pittura protettiva ed esibite la propria creazione in un luogo asciutto.
Questa è la ricetta che ho sempre usato, se volete proporre la vostra, inseritela giù nella sezione “Commenti”.

4 pensieri:

Rosaria ha detto...

Le tue guide sono davvero interessanti! :-)

Aria ha detto...

grazie, sei molto gentile

adriana ha detto...

brava Aria, ottima idea questo altro blog! La pasta di sale si trova in alcuni negozi di hobbistica già miscelata col sale finissimo, ne ho comprato un pacco un mese fa per curiosità, l'ho pagato 3 euro circa e lo devo ancora provare, ormai però è come se fosse passata di moda e un po' mi spiace... Ciao a presto!

Aria Creativa ha detto...

* adrinana- si avevo letto, non ricordo dove, che in alcuni negozi la pasta di sale la vendevano già pronta, ma nei negozi vicino casa mia non vendono nemmeno il fimo o il cernit come potrei trovare pure quella??
è passata di moda forse per la fragilità della pasta, molto delicata e poco durevole, però sul forum ho visto una creazione di fiori fatti in pasta di sale di circa 8 anni fa, quindi basta trovare un luogo adatto e magari la creazione in pasta potrà resistere un pò di più.